OLTRE LE BOLLICINE: UN'ANALISI SULLA PRODUZIONE ENOLOGICA VENETA

VUOI RICEVERE UN’ANALISI PERSONALIZZATA?     RICHIEDILA

 

In occasione della 53ma edizione di Vinitaly, la manifestazione internazionale dedicata al vino e ai distillati, che ogni anno riunisce a Verona produttori, importatori, ristoratori, tecnici, giornalisti e opinion leader del settore, proponiamo uno studio del comparto enologico del Veneto.

 

settore enologico Veneto

 

Con una superficie vitata di oltre 80mila ettari, una produzione che ha toccato la cifra record di 16 milioni di quintali di uva (circa un 48% in più rispetto alla vendemmia 2017) e la presenza sul proprio territorio del 12,3% delle aziende produttrici di vino, il Veneto è tra le principali realtà del settore enologico in Italia.
Buona parte delle imprese produttrici di vino venete, circa il 47,4%, si concentrano nel trevigiano, la seconda provincia in Italia per numero totale di produttori. Significativa anche la percentuale di aziende presenti in provincia di Verona (29,4%), seguono Padova (7,9%), Vicenza (7,9%), Venezia (7%) e infine  Belluno (0,4%).
Il panorama imprenditoriale è composto in gran parte da micro-imprese, società di capitali o assimilabili (69,7%), che impiegano meno di dieci dipendenti (63,1%). Le aziende del settore sono impegnate per il 71% nella produzione di vini da tavola e vini di qualità, per il 22,3% nella produzione di vini da uve e per il restante 6,7% in quella di spumanti e di altri  vini speciali (circa la metà di questi si trovano nel comune di  Valdobbiadene, luogo di produzione dell’omonimo prosecco DOCG).
In un settore  che a livello nazionale è in grado di generare un volume d'affari vicino a 10 miliardi di euro annui, si può apprezzare come il valore della produzione medio dell’esercizio sia particolarmente alto e si aggiri intorno a 15 milioni di euro. Nello specifico le aziende si attestano, per il 3,1% nella fascia inferiore ai 50.000 € di fatturato, per lo 0,9% nella fascia 50.000 – 99.999 €, per il 17,5% nella fascia 100.000 - 499.999 €, per l’11,8% nella fascia 500.000 - 999.999 €, per il 26,3%  nella fascia 1.000.000 – 4.999.999 €, per il 16,8% nella fascia 10.000.000 - 49.999.999 € e per il restante 7% nella fascia di fatturato superiore ai 50 milioni di euro. 
Infine, in uno dei settori più export-oriented dell’agroalimentare nazionale, capace di generare circa 6 miliardi di euro, il Veneto è una delle prime regioni italiane esportatrici di vino nel Mondo.  Le aziende produttrici di vino venete che commerciano con l’estero, infatti, sono il 44,3% del totale e indicano come principali mercati di sbocco quello tedesco (60%) e quello nordamericano (il 24% di cui il 18% negli Stati Uniti).   
Nella “top ten” delle aziende venete produttrici di vino con il fatturato maggiore troviamo:

  1. Gruppo Italiano Vini G.I.V. Spa
  2. Casa Vinicola Botter Carlo & C. Spa
  3. Enoitalia Corte Vigna Baldo Belvino Ca
  4. Casa Vinicola Zonin Spa
  5. Cantina Sociale Cooperativa Di Soave- Societa' Agricola Cooperativa
  6. Santa Margherita E Kettmeir E Cantine Torresella Spa
  7. Villa Sandi Spa
  8. Contri Spumanti Spa
  9. Vignaioli Veneto Friulani S.C.A.
  10. Mionetto Spa