CARTA CANTA: DATI E NUMERI DELL’INDUSTRIA CARTARIA CAMPANA

VUOI RICEVERE UN’ANALISI PERSONALIZZATA?     RICHIEDILA

La produzione cartaria nasce in Oriente ma è grazie all’apporto dei cartai italiani, prima nelle Marche e in seguito a Bologna, in Veneto, Piemonte, Toscana e in Campania, che questa viene perfezionata ed elevata a vera e propria arte. Nell’approfondimento regionale di questo mese analizzeremo proprio l’industria campana della carta, realtà storica e riconosciuta a livello internazionale.

La Campania è la quarta regione italiana per quanto riguarda la concentrazione di imprese cartarie. Le imprese campane impegnate nella fabbricazione di carta e relativi prodotti, che pesano sul totale nazionale per circa l’8,4%, si concentrano per oltre la metà in provincia di Napoli (52%). Il restante 48% si divide tra le province di Salerno (25,5%), Caserta (16,2%), e seppur in misura minore, in provincia di Avellino (3,3%) e Benevento (3%).
A livello settoriale si evidenziano alcuni tipi di produzioni come quella di carta, cartone ondulato e imballaggi (35,8%), la fabbricazione di prodotti cartotecnici (26,1%), la produzione di articoli in carta (16,2%), la fabbricazione di prodotti domestici e igienico sanitari in carta e ovatta di cellulosa (4,2%) e la fabbricazione di prodotti cartotecnici scolastici e commerciali (2,7%).
Il tessuto imprenditoriale è formato ben oltre la metà, il 63% del totale, da società di capitali. Oltre nove aziende su dieci sono microimprese (58,6%), ossia con un fatturato che non eccede i 2 milioni di euro annui e con meno di 10 dipendenti. Entrando nel dettaglio la media dipendenti del comparto campano della carta, infatti, è di circa 12,9 dipendenti; sette aziende su dieci (il 56,2% circa del totale) impiegano meno di cinque dipendenti, il 14,9% ne impiega fino a dieci, il 13,4% fino a venti, il 9% meno di cinquanta, mentre solo il restante 6,5% impiega più di cinquanta lavoratori.
Infine le imprese cartarie di cui si conosce il fatturato (il 76% del totale) si attestano prevalentemente nella fascia 100.000 - 499.999 € (31,4%), nella fascia 1.000.000 - 4.999.999€ (14,4%) e nella fascia 500.000 - 999.999 € (12,9%). Solo una piccola parte delle aziende, invece, è in grado di sviluppare un fatturato annuo superiore ai 50 milioni di euro: l’1,2 che si attesta nella fascia 50.000.000 - 99.999.999 € (1,2%) e lo 0,3% che fattura più di 100 milioni di euro.

Tra le prime dieci imprese del settore della carta campano con il fatturato maggiore troviamo:
1) Seda Italy Spa
2) Antonio Sada & Figli Spa
3) Di Mauroofficine Grafiche Spa
4) Paperdi Srl
5) Ipi Spa
6) Cartesar Spa
7) Futura Line Industry Srl
8) Cartiera Confalone Spa
9) Ms Packaging Srl
10) Grimaldi Spa