I NUMERI DEL SETTORE DELLE ASSICURAZIONI E DEI FONDI PENSIONE IN ITALIA.

VUOI RICEVERE UN’ANALISI PERSONALIZZATA?     RICHIEDILA

Il settore assicurativo comprende al suo interno una vasta gamma di servizi: le RCA, le assicurazioni sulla vita, le polizze per gli infortuni, le assicurazioni sulla salute, quelle per i danni al patrimonio fino ad arrivare ai più recenti prodotti previdenziali.

assicurazioni

Nell'analisi settoriale di questo mese proponiamo proprio un approfondimento del mercato delle assicurazioni italiano. Nello specifico analizzeremo le società che rientrano nella sezione 65 e nel gruppo 66,2 della classificazione delle attività economiche ATECO, ossia le assicurazioni, le riassicurazioni (ad eccezione delle assicurazioni sociali obbligatorie), i fondi pensione e le relative attività ausiliarie.

La distribuzione per area geografica del settore delle assicurazioni
La popolazione analizzata si concentra per il 48,5% circa nell’Italia settentrionale (il 30,1% nel Nord-Ovest e il 18,4% nel Nord-Est). La macroarea dell’Italia centrale accoglie il 21,8% delle imprese del settore, mentre il Mezzogiorno il 29,7% (il 20,3% al Sud e il restante 9,4% nelle Isole).

La regione con il più alto numero di imprese è la Lombardia (il 19,1% del totale), seguita, a notevole distanza dalle altre regioni: Lazio (9,9%), Veneto (8,2%), Campania (8%), Piemonte (7,9%), Toscana (7.1%), Sicilia (7%) Emilia-Romagna(7%), Puglia (5,5%), Calabria (3%), Marche (3%), Liguria (2,9%), Sardegna (2,4%), Abruzzo (2,4 %), Umbria (1,8%), Friuli-Venezia Giulia (1,8%), Trentino-Alto Adige (1,4%), Basilicata (0,9%), Molise (0.5%), e Valle D’Aosta (0,2%).

Le attività del settore delle assicurazioni e dei fondi pensione in Italia
A livello di attività il settore è formato in prevalenza da sub-agenti (37,6%), agenti (21,4%), produttori, procacciatori e altri intermediari delle assicurazioni (26,8%). Minore la percentuale dei broker assicurativi (5.1%), delle attività dei mediatori (5%) e delle società che si occupano della valutazione dei rischi e dei danni (2,4%).

Il tessuto imprenditoriale del settore è formato per il 74,4% da imprese individuali, per il 13,8% da società di persone, per l’11,6% da società di capitali e per il restante 0,2% da altre forme societarie.
Se si approfondisce il dato sull’occupazione del settore, emerge come il 7,2,% circa delle imprese impieghi più di cinque dipendenti (solo lo 0,1% ne impiega più di cento), mentre addirittura circa otto imprese su dieci, il 78,6%, sono formate da una singola persona.

Il fatturato delle imprese assicuratrici e dei fondi pensione
Infine le imprese del settore di cui si conosce il fatturato si attestano nella maggior parte dei casi in fasce di fatturato inferiori al milione di euro: l’1,4% nella fascia 500.000 – 999.999€, il 3,5% in quella 100.000-499.999€, l’1,1% in quella 50.000 – 99.999€ e l’1% in quella inferiore a 10.000€.
Nella “top ten” delle società del settore con il fatturato più alto troviamo:


1) Generali Business Solutions S.C.P.A.
2) AON Spa Insurance & Reinsurance Brokers
3) Marsh Spa
4) Alfuturo Servizi Assicurativi Srl
5) Azimut Financial Insurance Spa
6) Facile.it Broker di Assicurazioni Spa
7) AON Reinsurance Italia Spa
8) Willis Italia Spa
9) Assiteca Spa Internazionale di brokeraggio assicurativo
10) Agenzia Generale INA Assitalia Monza B.B.R. Assicurazioni Srl