LE ATTIVITÀ DI PULIZIA, SANIFICAZIONE E DISINFESTAZIONE IN ITALIA

VUOI RICEVERE UN’ANALISI PERSONALIZZATA?     RICHIEDILA

Come abbiamo imparato in questi mesi di convivenza forzata con il virus SARS-CoV-2, uno dei modi principali per contrastare la diffusione del contagio è stare attenti all’igiene personale e dell’ambiente in cui viviamo. Infatti, comportamenti come l’indossare la mascherina, il distanziamento, l’aerazione e la sanificazione dell’ambiente di lavoro sono ormai diventati un automatismo.

 

pulizia

In questo approfondimento analizzeremo proprio le imprese che rientrano nel gruppo 81.2 della classificazione Ateco 2007, ossia quella che raggruppa le realtà imprenditoriali che si occupano di pulizia, sanificazione e disinfestazione di edifici, impianti e macchinari industriali.

La distribuzione geografica del settore pulizia e disinfestazione in Italia
Volendo osservare il settore dal punto di vista geografico, si nota come le imprese della popolazione analizzata siano concentrate per oltre la metà, il 54,4% circa, nell’Italia settentrionale. Nello specifico la distribuzione territoriale delle aziende è per il 37,8% nel Nord-Ovest e per il 16,6% nel Nord-Est, macroarea dove pesano in particolar modo l’Emilia-Romagna (7,6%) e il Veneto (5,9%). Il Lazio (11%) e la Toscana (5,9%), sono le regioni con la maggiore concentrazione di attività del centro Italia (20,2%). Relativamente meno, invece, le imprese localizzate nel Meridione (17,4%) e nelle Isole (8%).
In particolare, è nelle province di Milano (13,8%), Roma (9,1%) e Bologna (2,8%), che si concentrano la maggior parte delle attività di pulizia e disinfestazione nazionali. Infatti, nelle tre province si trovano circa un quarto delle imprese di pulizia generale di edifici (26,4%).


Le attività del settore pulizia e disinfestazione
La quota più ampia del mercato è rappresentata dalle imprese di pulizia di edifici. Queste ultime, infatti, rappresentano il 68% circa delle realtà imprenditoriali del settore. Seguono le attività di pulizia e disinfestazione (18%), le altre attività di pulizia (5,4%), le altre attività di pulizia specializzata di edifici, impianti e macchinari industriali (3,5%), le imprese di disinfestazione (3,4%) e le attività di pulizia e lavaggio di aree pubbliche, rimozione di neve e ghiaccio (1,4%).

Le caratteristiche delle imprese del settore pulizia e disinfestazione
Il contesto aziendale del settore si contraddistingue per un’elevata polverizzazione: sono molte le piccole realtà imprenditoriali, per il 63% ditte individuali, che impiegano in media 7,7 dipendenti. È minore, invece, la percentuale delle società di persone (29%) e delle società di capitali (8%).

La popolazione del settore è cresciuta in maniera considerevole negli ultimi tre anni. Le nuove imprese nate tra il 2018 e 2020, infatti, sono circa 10mila. In crescita anche il numero totale dei dipendenti: la forza lavoro delle imprese del settore pulizia e disinfestazione in Italia, infatti, è cresciuta dell’8,5% nelle ultime tra annualità.

A fronte di un giro d’affari del settore che si avvicina ai 12 miliardi di euro, le imprese di cui si conosce il fatturato (il 23,6% del totale) si attestano per il 9,3% nella fascia 100.000 - 499.999 €, per il 2,9% nella fascia 500.000 - 999.999 €, per il 3% nella fascia 1.000.000 - 4.999.999 €, per il 2,8% nella fascia 50.000 - 99.999 € e per il 2,7% nella fascia 10.000 - 49.999 €. Solo una piccola parte delle aziende, invece, è in grado di sviluppare un fatturato annuo superiore ai 5 milioni di euro (0,9%).


Nella classifica delle realtà imprenditoriali del settore pulizia e disinfestazione con il fatturato maggiore troviamo:

1. Coopservice Società Cooperativa per azioni
2. CNS Consorzio Nazionale Servizi Soc. Coop.
3. Dussmann Service Srl
4. Markas Srl
5. Consorzio Italiano Cooperative Lavoratori Ausiliari Traffico Soc. Coop.
6. AVR Spa
7. Idealservice Soc. Coop.
8. Risorse Ambiente Palermo Spa
9. Pfe Spa
10. Euro&Promos FM Spa