C’È POSTA PER TE: I SERVIZI POSTALI E DI CORRIERE IN ITALIA

VUOI RICEVERE UN’ANALISI PERSONALIZZATA?     RICHIEDILA

I servizi postali e di corriere sono il principale strumento per la trasmissione dei messaggi e il recapito di merci come nel caso dei prodotti degli e-commerce. Per questo motivo rivestono un ruolo molto importante, sia dal punto di vista sociale, sia sotto quello economico. In questi ultimi anni, in particolare, il settore dei servizi postali e dei corrieri sta vivendo un periodo di profondi mutamenti dovuti al cambiamento del contesto competitivo, tecnologico e l'ampliarsi della gamma dei servizi necessari per far fronte ad un mercato sempre più ampio e diversificato nell’offerta.

 

servizi postali

In questo approfondimento mensile proponiamo uno studio sulle aziende che rientrano nella divisione 53 della classificazione delle attività economiche ATECO 2007, ossia quella che raggruppa i servizi come il ritiro, il trasporto e la consegna di lettere e pacchi.

La distribuzione del settore secondo la classificazione merceologica
Il mercato dei servizi postali e dei corrieri è composto da una popolazione di oltre 4.400 imprese attive sul territorio italiano. Quest’ultime svolgono per la quasi totalità dei casi attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale (il 98%), mentre il restante 2% sono attività postali con obbligo di servizio universale.

La distribuzione territoriale delle aziende italiane postali e di corriere
Da un punto di vista territoriale il settore si concentra in prevalenza nel Nord della penisola italiana. Poco meno di quattro aziende su dieci, infatti, si trovano nell’Italia settentrionale: il 35,3% nel Nord-Ovest e il 4,5% nel Nord-Est. Il 29,7% è situato nel Mezzogiorno, il 15,6% nelle Isole e il 14,9% nell’Italia centrale.
Da un punto di vista regionale, la Lombardia con il 20,6% delle imprese nazionali è la regione con la più alta concentrazione, completano le prime dieci posizioni, distanziate di vari punti percentuali, la Campania (12,4%), la Sicilia (12,1%), il Piemonte (9,1%), la Puglia (8,6%), il Lazio (8,5%), la Calabria (5,8%), la Toscana (4%), l’Emilia-Romagna (3,9%) e la Sardegna (3,4%).

Il contesto imprenditoriale del comparto dei servizi postali
Il contesto organizzativo ha visto una crescita importante negli ultimi dieci anni: la percentuale delle imprese del settore nate dal 2011 ad oggi, infatti, è del 70% circa.
Se si va ad approfondire la dimensione relativa alla forma sociale, emerge come le maglie del comparto dei servizi postali e di corriere siano formate da ditte individuali (63,1%), società di capitali (29,1%), società di persone (7,6%) e società con altre forme legali (0,2).
Altro dato su cui è necessario porre l’accento è il basso numero di dipendenti. Infatti,
circa tre aziende su quattro impiegano meno di 2 lavoratori (73,4%) e la media dipendenti del settore si aggira intorno alle 3,2 unità.

Infine, sul fronte delle performance economiche, premettendo che i dati di bilancio disponibili riguardano solo il 22,8% della popolazione totale, si può apprezzare che le imprese italiane del settore postale e dei corrieri si attestano per il 6,3% nella fascia di fatturato inferiore ai 50.000 €, per il 3% nella fascia 50.000 – 99.999 €, per il 7,3% nella fascia 100.000 - 499.999 €, per il 2,5% nella fascia 500.000 - 999.999 €, per il 2,5% nella fascia 1.000.000 – 4.999.999 €, per lo 0,5% nella fascia 5.000.000 – 9.999.999 €, per lo 0,5% nella fascia 10.000.000 – 49.999.999 €, per lo 0,2 nella fascia di fatturato superiore o uguale a 50.000.000 €.

Nella “top ten” delle aziende del settore dei servizi postali e di corriere con il fatturato più alto in Italia troviamo:

1) Poste Italiane Spa
2) TNT Global Express Srl
3) United Parcel Service Italia Srl
4) Gruppo Executive Soc Cons Arl
5) Fedex Express Italy Srl
6) Nexive Network Srl
7) Fornex Srl
8) I.G.M. Distribuzione Spa
9) Mazzocco Srl
10) Citypost Spa