LE AZIENDE ITALIANE PRODUTTRICI DI ARREDAMENTO BAGNO, CASALINGHI E ACCESSORI PER LA CUCINA

VUOI RICEVERE UN’ANALISI PERSONALIZZATA?     RICHIEDILA

L’arredamento italiano è famoso in tutto il mondo per l’originalità, l’eccellenza delle sue lavorazioni e la ricerca costante tra funzionalità, design e cura del dettaglio. Che si tratti di arredamento bagno, accessori per la cucina o accessori casalinghi non importa, lo stile italiano è facilmente riconoscibile, nonostante l’ampia offerta che lo contraddistingue.

 

arredamento

In questo studio dell’osservatorio iCribis ci occuperemo delle aziende italiane che fanno parte della sottocategoria 25.99.19 della sezione delle attività manifatturiere della classificazione Ateco, ovvero quella che raggruppa le aziende che fabbricano attrezzi da cucina, stoviglie, pentolame, vasellame, accessori cucina, accessori casalinghi non elettrici e articoli metallici per l'arredamento bagno.

La distribuzione geografica della popolazione aziendale
Il contesto imprenditoriale del settore si caratterizza per una forte concentrazione e un numero limitato di grandi aziende. Poco meno della metà delle oltre 500 realtà imprenditoriali del settore si concentrano nel Nord-Ovest (44,8%), il 18,3% nel Nord-Est, il 16,9% al Centro, il 16,5% nel Sud e il restante 3,5% nelle Isole.

La distribuzione regionale vede la Lombardia come prima regione con il 31% del totale delle imprese che producono oggetti d’arredamento bagno, casalinghi e accessori per la cucina. Completano la top ten il Piemonte (12,1%), la Campania (11%), il Veneto (8,8%), la Toscana (8,6%), l’Emilia-Romagna (6,5%), il Lazio (3,8%), le Marche (3,8%), la Puglia (2,5%) e la Sicilia (2,3%).

Le caratteristiche del tessuto imprenditoriale
Il settore è composto da un numero ristretto di realtà imprenditoriali, nel 55,2% dei casi sono società di capitali. Tra quest’ultime è significativa la percentuale delle società a responsabilità limitata (43,6%) e delle società per azioni (6,7%). Seguono le società di persone con il 22,1%, le imprese individuali con il 17% e le altre forme societarie con il 5,7%.
Sul fronte della performance economiche, premettendo che i dati relativi al fatturato riguardano il 36,5% del totale aziendale, si può apprezzare come il valore medio del fatturato si aggiri intorno a 2.700.000 €.
Nello specifico le aziende produttrici di arredamento bagno, casalinghi e accessori cucina si attestano prevalentemente in fasce di fatturato basse: il 30,7% nella fascia 100.000 – 499.999 €, l’1,9% nella fascia 500.000 – 999.999 € e l’1,5% in quella 1.000.000 – 4.999.999 €. Il restante 2,4%, invece, si attesta nella fascia di fatturato inferiore ai 100.000 €.

Nella “top ten” delle imprese del settore con il fatturato maggiore troviamo:
1. Bialetti Industrie Spa
2. Novellini Spa
3. Zwilling Ballarini Italia Srl
4. Duka Ag
5. TVS Spa
6. Alluflon Spa
7. Alessi Spa Società Benefit
8. Sambonet Paderno Industrie Spa
9. Inda Spa
10. Samo Spa