L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA IN EMILIA ROMAGNA

VUOI RICEVERE UN’ANALISI PERSONALIZZATA?     RICHIEDILA

La “Valle dei motori” dell'Emilia-Romagna è un patrimonio diffuso di tecnologia, ricerca, produzione artigianale e industriale che, nonostante la concorrenza internazionale e la generale crisi del manifatturiero, ancora oggi si fa onore sul mercato delle auto e delle moto sportive.

settore telefonia Italia

La produzione prevalente nella regione è quella degli autoveicoli: oltre un’azienda su due, il 55,7%, fabbrica autovetture, furgoni, autocarri, trattori, autobus e pullman. Il restante 44,3% è impegnato invece nella produzione dei mezzi a due ruote. Tra questi il 20,2% sono produttori di  motocicli e motoveicoli (inclusi i motori), il 2% realizza esclusivamente motori e il restante 22,3% che produce, invece, motocicli, ciclomotori, motorini, cicli muniti di motore ausiliario e motocarrozzette.

A livello geografico le aziende dell’industria motoristica regionale, che rappresentano il 16% del totale di quelle italiane, si concentrano prevalentemente tra le province di Bologna (27,8%), Modena (24,1%) e Parma (13,9%), Seguono, staccate di alcuni punti percentuali Reggio nell’Emilia (7,6%), Piacenza (6,3%), Ravenna (6,3%), Ferrara (5,1%), Forlì–Cesena (5,1%) e infine Rimini (3,8%).

In generale il tessuto imprenditoriale è formato in gran parte da società di capitali (68,4%), tra quest’ultime sette aziende su dieci sono società a responsabilità limitata (70,4%), mentre è residuale la percentuale delle società per azioni (29,6%). Significativo anche il numero delle nuove attività imprenditoriali. Le aziende iscritte come start up innovative del comparto sono infatti il 7,6% del totale (rispetto al 4,8% a livello nazionale). Sul fronte occupazionale le imprese impiegano in media 120 dipendenti, nel 63,3% dei casi su dieci dipendenti nove sono uomini.

Le imprese di cui si conosce il fatturato (circa il 77,1% del totale) si attestano per il 31,6% nella fascia 100.000 - 499.999 €, per il 11,4% nella fascia 500.000 - 999.999 €, per il 8,9% nella fascia 1.000.000 -4.999.999 € e per il 2,5% nella fascia 5.000.000 – 9.999.999 €. Le aziende che fatturano meno di 100.000 € sono il 7,6%, mentre sono quasi il doppio, il 15,1%, quelle che fatturano più i 10.000.000 € (tra queste il 3,8% addirittura più di un miliardo di euro). 

Ecco la top ten:

1) Maserati Spa

2) Ferrari Spa Esercizio Fabbriche Automobili E Corse

3) Automobili Lamborghini Spa

4) Ducati Motor holding Spa

5) Evobus Italia Spa

6) Astra Veicoli Industriali Spa

7) Dallara Automobili Spa

8) Industria Italiana Autobus Spa

9) Motori Minarelli Spa

10) Pagani Automobili Spa