“HEAD HUNTERS”. LA RICERCA E LA SELEZIONE DEL PERSONALE
IN ITALIA

VUOI RICEVERE UN’ANALISI PERSONALIZZATA?     RICHIEDILA

La centralità che le risorse umane rivestono all’interno delle moderne organizzazioni spinge sempre più aziende a rivolgersi ad agenzie specializzate nella ricerca e nella selezione del personale. In questo approfondimento settoriale ci occuperemo proprio delle attività economiche che rientrano nella divisione 78 della classificazione Ateco 2007, ossia le agenzie che si occupano della ricerca dei candidati, della valutazione dei profili individuati, dell’eventuale formazione di quest’ultimi e del loro inserimento professionale.

ricerca e selezione del personale italia

Le imprese del settore analizzato si distinguono tra i servizi di ricerca, selezione, collocamento e supporto per il ricollocamento del personale (61,5%); le agenzie che forniscono lavoro interinale (17,1%); le attività di ricerca, selezione e fornitura del personale (16%) e infine le altre attività di fornitura, gestione delle risorse umane e di staff leasing (5,4%).

Analizzando la distribuzione territoriale del settore, emerge come due attività su tre si trovino nell’Italia settentrionale (il 44,2% nel Nord-Ovest e il 22% nel Nord-Est), il 18,6% al Centro, il 10,5 al Sud e il restante 4,7% nelle Isole.

La Lombardia con circa il 36,5% del totale delle aziende è la regione italiana con la più alta densità di società di ricerca e selezione del personale. Completano le prime dieci posizioni il Lazio (12,6%), il Veneto (9,3%), l’Emilia-Romagna (8,3%), il Piemonte (6,6%), la Campania (6%), la Toscana (3,3%), la  Sicilia (3,3%), il Trentino-Alto Adige (2,3%) e il Friuli-Venezia Giulia (2%). 

Il tessuto imprenditoriale del settore è molto frammentato, con una struttura polarizzata tra un ristretto numero di imprese di grandi dimensioni e una costellazione di micro e piccole imprese (il 92,8% delle aziende attive sul mercato), che si dividono il resto della torta. Le forme legali maggiormente rappresentate sono le società di capitali (71,2%), seguite dalle società di persone (12,5%) e le imprese individuali (10,3%).

Sul fronte occupazionale tre aziende su quattro, il 75,1% del totale, impiegano meno di 5 dipendenti, mentre addirittura due aziende su quattro (il 52,7%) ne dichiarano solo uno. In aggiunta il 4,6% delle società dichiara più di 1000 dipendenti (di cui lo 0,9% ne ha addirittura più di 10mila).

Infine è interessante il dato riguardante il fatturato. Le imprese italiane di ricerca e selezione del personale, di cui si conosce la performance economica (circa il 77,3% del totale), si attestano nella stragrande parte dei casi in fasce di fatturato medio basse: il 32,2% nella fascia 100.000 - 499.999 €, il 12% nella fascia 50.000 - 99.999 €, il 7,8% nella fascia 10.000 - 49.999 € e il 6% nella fascia 500.000 - 999.999 €. Agli estremi della distribuzione troviamo le aziende che fatturano meno di 10.000 euro (3,1%) e il 2% con più di cento milioni di euro (di cui lo 0,4% oltre il miliardo di euro).  

Tra le prime dieci società del settore con il fatturato più alto troviamo:

  1. Adecco Italia Spa
  2. Randstad Italia Spa
  3. Gi Group Spa
  4. Manpower Srl
  5. Umana Spa
  6. Openjobmetis Spa Agenzia Per Il Lavoro
  7. Synergie Italia Agenzia Per Il Lavoro Spa
  8. Etjca Spa
  9. Maw Men At Work Agenzia Per Il Lavoro Spa
  10. Temporary Spa